Home        Mario Iaquinta        Galleria Foto 1        Galleria Foto 2        Galleria Foto 3        Utilities        Contatti 
           
  Batacchi Forgiati
Galleria Foto 2 >> Batacchi Forgiati >> Premessa di Mario Iaquinta

“ I segni dell’uomo ” Batacchi Forgiati

di Mario Iaquinta

Guardando le fotografie qui presentate, si capisce subito che non sono state realizzate con il fine di costituire il catalogo per la scelta di un batacchio da mettere ad un portone di casa. Sappiamo benissimo che questi oggetti sono stati soppiantati dai moderni batacchi prodotti in serie, dai campanelli elettrici, dai citofoni e successivamente dai più moderni videocitofoni. L’applicazione di uno di questi batacchi ad un portone oggi potrebbe servire solo a livello ornamentale privo di ogni altra funzione.

Queste fotografie ci rimandano invece a tempi antichi quando vecchi fabbri, anneriti dal fumo del carbone che emanava la propria fucina alimentata manualmente attraverso il mantice da un ragazzo, arroventavano il ferro sulla brace ardente per modellarlo sull’incudine a colpi di martello. Il lavoro del fabbro richiedeva una potenza fisica e ritmi veloci che consentivano la lavorazione del ferro prima del suo raffreddamento. La gente del quartiere era abituata a convivere nei suoni metallici tipici che interrompevano la quiete ma, nello stesso tempo, rendevano vivo l’ambiente. Così, colpo dopo colpo, questi artigiani del ferro hanno forgiato, nel corso dei secoli, esemplari davvero unici, alcuni con delle simbologie o  figure apotropaiche atte ad allontanare il maligno, secondo la cultura e le credenze popolari dell’epoca. In alcuni casi veniva incisa la data di realizzazione del manufatto dalla quale si può risalire presumibilmente al periodo di costruzione dell’abitazione, in altri le iniziali del proprietario dell’abitazione. Spesso avevano anche la funzione di aprire direttamente la porta: attraverso una mezza girata si sollevava una sbarra di ferro interna che teneva chiuso il portone, uso questo consentito soltanto ai familiari.

Le fotografie di questi battiporta, tutti esemplari d’epoca realizzati a partire dalla fine del 1600 fino agli inizi dei primi decenni del 1900, sono state realizzate nei quartieri antichi del mio paese, San Giovanni in Fiore (Cs), dove ancora un numero consistente di questi oggetti è presente sulle porte delle case, allo stesso modo di come il vecchio fabbro l’impiantò, quasi  come in mostra, pronti per attirare l’attenzione dei passanti.

Ritornando indietro nel tempo, posso sentire ancora i tocchi audaci e frettolosi di un postino che portava le missive dei parenti emigrati, quelli di un timido fidanzato o quelli che annunciavano visite di cortesia, quelli frizzanti per gli auguri del Natale e quelli relativi alla benedizione della Pasqua, quelli sommessi per una visita di lutto o addirittura quelli autoritari dei gendarmi. Posso rivedermi in alcune serate d’estate vissute insieme ad altri ragazzi, con i quali legavamo un filo ad uno di questi batacchi ed a distanza lo azionavamo sollecitando l’attenzione dei proprietari, i quali affacciandosi sulle finestre delle proprie case e non trovando nessuno si rendevano conto che si trattava di uno scherzo fastidioso ma simpatico architettato da ragazzi. Scappavamo alle grida degli stessi proprietari che per evitare la ripetizione dello scherzo ci minacciavano. Quello che qui viene proposto, non vuole essere la presentazione di fotografie, forse tecnicamente ben riuscite, ma  sottolineare il valore storico e culturale di questi manufatti considerati oggi autentica testimonianza di un tempo passato e che mai più tornerà. Un pezzo di  storia vissuto dai nostri predecessori secondo gli usi dell’epoca che hanno caratterizzato la vita sociale improntata su solidi rapporti umani. Per questo tutti noi  siamo chiamati a tutelare qualsiasi reperto, apparentemente insignificante, che, analizzati profondamente, rappresentano i segni dell’uomo e valori di tutto rispetto  da tramandare  alle future generazioni.

 

        

 


 Mario Iaquinta - Fotografo - San Giovanni in Fiore (CS) - C.F. QNT MRA 57C06 H919N - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 19/02/2018